7 cose che devi assolutamente sapere sui denti!



SORRIDERE ALLUNGA LA VITA! 


Se pensate che si tratti di uno spot pubblicitario o di un'incitazione al buonumore siete lontani...

È quanto risulta da diversi 
studi scientifici e da alcune ricerche mediche effettuati, tutti concordi nel sostenere, dati alla mano, che sorridere incida positivamente sull'attività cardiaca e circolatoria del nostro corpo, favorendo il rinnovamento cellulare e promuovendo in generale una maggiore longevità. 

Alla luce di questi approfondimenti, quello che potrebbe apparire come un luogo comune si rivela invece una verità acclarata che oltre a confortarci ci rimanda all'importanza di prenderci cura del nostro sorriso e dei nostri denti.

Ma siamo davvero certi di conoscere bene i nostri denti e di sapere in quale modo possiamo proteggerli?

Oggi vi "riveliamo" 7 cose che dovete assolutamente sapere sui denti e che vi aiuteranno a dedicargli le giuste attenzioni.


1. La placca va sempre rimossa!


Ve lo confermiamo: non è affatto semplice eliminare efficacemente la placca dalla nostra bocca. Pur lavando accuratamente i denti tre volte al giorno è possibile che essa si riformi in breve tempo. Bisogna dunque mettere in atto qualche utile strategia per proteggere i denti e tenerli al riparo il più a lungo possibile da questo insidioso nemico. Il nostro consiglio è di prolungare il tempo dedicato allo spazzolamento di qualche minuto e di completare l’igiene con l’utilizzo del filo interdentale. Ricordatevi inoltre che di notte la formazione della placca non si arresta e proprio per questo motivo diventa fondamentale lavarsi i denti a fine giornata: rimuovere ogni traccia di germi e batteri ne rallenterà certamente il processo.


2. La placca non rimossa diventa tartaro!


Cosa accade invece se non ci impegniamo abbastanza? Gli accumuli di placca che non vengono correttamente eliminati si sedimentano fino a formare dei depositi di tartaro sulla superficie dei denti, in corrispondenza delle gengive. Contro il tartaro purtroppo non è possibile intervenire domesticamente e allora per debellarlo non ci resta che rivolgerci al nostro dentista e affidarci ad una seduta di igiene professionale. FATE ATTENZIONE! Il tartaro se trascurato può diventare responsabile dell'insorgenza di alcune patologie odontoiatriche come la gengivite. Vi raccomandiamo quindi di non indugiare nella programmazione dei controlli odontoiatrici di routine e di fissare periodicamente gli appuntamenti per sottoporvi alle sessioni di pulizia dei denti. 


3. È importante utilizzare il giusto spazzolino e il filo interdentale!


Sfatiamo una leggenda metropolitana: non è vero che per detergere accuratamente i denti basta utilizzare un qualunque spazzolino. Bisogna essere attenti nella scelta e considerare diversi aspetti. Se siete indecisi verso cosa orientarvi tra uno spazzolino manuale ed uno elettrico, vi tranquilliziamo dicendovi che quest'opzione è assolutamente discrezionale a seconda della vostra maggior comodità, diversamente invece dovrete evitare setole e testine eccessivamente dure, poiché l'utilizzo di uno spazzolino troppo duro può irritare seriamente le gengive, provocandone addirittura il sanguinamento. Adoperare inoltre il filo interdentale per completare la vostra igiene orale vi consentirà di ripulire in modo accurato anche quelle zone della bocca che solitamente risultano più difficili da raggiungere.


4. Lo smalto dentale è un patrimonio da custodire gelosamente!


Lo smalto è la sostanza che ricopre la corona dentale e che fa da coperta ai nostri denti. Molti sono i fattori che possono metterlo a dura prova: l'eccessivo consumo di zuccheri, l’introduzione di sostanze acide e l’utilizzo di prodotti abrasivi sono tra i suoi principali nemici. Gli acidi presenti negli zuccheri svolgono un’azione piuttosto aggressiva e corrosiva nei confronti dei denti e rappresentano la principale causa della formazione di carie e di alcune malattie gengivali. Occorre quindi limitarne l'assunzione per assicurare allo smalto una maggiore protezione. 


5. Occhio alle tracce di sangue nel lavandino!


Se durante lo spazzolamento o l’uso del filo interdentale notate tracce di sangue nel lavandino o in prossimità delle gengive, avete intercettato un importante segnale d’allarme. A prescindere dalle ragioni che sono all'origine del sanguinamento, vi raccomandiamo di non trascurare il fenomeno. Provate anzitutto ad eseguire per alcuni giorni una pulizia più delicata e accurata: risulterà utile nel caso in cui sia in atto un’infezione batterica di lieve entità. Laddove però il sanguinamento persista dovrete rivolgervi necessariamente al vostro odontoiatra ed indagare sulle cause e intervenire tempestivamente con le cure e i trattamenti adeguati.


6. I denti possono causare mal di testa e mal di schiena!


Occuparsi della salute dei denti si rivela importante anche per il benessere di altre parti del nostro corpo. Avere denti disalinneati o perdere un elemento dentale può provocare forti emicrania e in altri casi ripercuotersi dolorosamente sulla schiena. Questo accade poiché i muscoli mandibolari sono in forte connessione con quelli che ricoprono la colonna vertebrale. Non è raro quindi che ripetuti episodi di mal di schiena o mal di testa possano essere riconducibili alla presenza di una patologia odontoiatrica. Se avete problemi ai denti e soffrite da lungo tempo di dolori osseo-scheletrici o avvertite una certa tensione mandibolare, vi consigliamo di approfondire la questione con il vostro dentista.


7. La saliva svolge un ruolo essenziale all’interno della bocca!


All’interno della bocca si annidano numerosi batteri. La loro proliferazione è favorita da un ambiente secco. La presenza della saliva invece svolge una profonda azione antibatterica rendendola una preziosa alleata dei denti. Grazie alla sua fluidità traghetta tutti i residui di cibo eliminandoli dalla bocca e grazie al suo PH neutro interviene neutralizzando l’acidità di tutte le quelle sostanze che corrodono lo smalto dentale. I sali minerali, le proteine e gli enzimi in essa contenuti formano una speciale pellicola che protegge i denti dall'abrasione, limita l’accesso di sostanze dannose per lo smalto dentale e allo stesso tempo favorisce il passaggio di calcio e fluoruro che contribuiscono a remineralizzare lo smalto.



STUDIO BUDA, SORRIDI CON NOI! 😃

CONVERSATION